SERVIZI PER MINORI

Consulenze pedagogiche

  • supporto psicoeducativo nella fase di separazione dei genitori
  • accompagnamento e supporto negli incontri protetti per sostenere il minore durante la fase di riavvicinamento al/ai genitore/i
  • appoggio ai minori e alle famiglie affidatarie per facilitarne l’incontro e la creazione del legame
  • sostegno psicopedagogico al minore e alla famiglia
  • gruppi educativi per minori con lo scopo di creare un ambiente contenitivo e di supporto al loro stato emotivo

 

rought

Servizi per minori vittime di violenza assistita e/o subita

Nei casi di maltrattamento in famiglia, i minori sono i soggetti più indifesi e a rischio. E’ stato dimostrato che il 70% dei minori vittima di violenza subita e assistita (Studio dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma, prof. Montecchi, 2009) ha avuto genitori con un’esperienza di violenza nell’infanzia: questo dato sta ad indicare come la violenza sia un fattore di rischio, che riaffiora da una generazione a un’altra. Creare uno spazio educativo individuale per minori vittime di violenza subita o assistita significa dare loro un’opportunità di esporre le proprie problematiche in un ambiente protetto. Il principale obiettivo è quello di interrompere la spirale della violenza. Il cuore dell’azione educativa sta nella capacità di dare un senso a ciò che avviene, a gesti comuni e consueti. Al minore vengono offerte occasioni concrete e quotidiane di condivisione dei propri sentimenti di rabbia, dolore, collera, impotenza, prodotti dal trauma dell’abuso, con un adulto capace di tollerarli mentalmente e di aiutarlo a compiere i primi passi verso la rielaborazione costruttiva dell’esperienza subita.

E’ prevista anche l’attivazione di gruppi per minori per offrire l’opportunità di un confronto e una condivisione tra pari, attraverso l’uso di giochi di ruolo, tecniche immaginative ed espressive, l’impiego di favole e di materiali audiovisivi. Il gruppo inoltre permette di far emergere le emozioni vissute dai minori ( attraverso tecniche espressive e verbalizzazioni) e propone una riflessione sui modelli familiari e di coppia, e sui ruoli di genere (al di là del modello uomo-maltrattante, donna-maltrattata). Lavorare con i minori diventa fondamentale anche in un’ottica di prevenzione: i bambini vittima di violenza assistita e subita sono potenziali maltrattanti in età adulta.

COMUNITA’ LA CHIOCCIOLA

La Mission della Comunità Educativa La Chiocciola è di accogliere ogni minore che, per un periodo della propria vita, ha la necessità di vivere in un ambiente alternativo alla propria famiglia di origine, trovando uno spazio fisico e psicologico accogliente con connotazioni di tipo familiare. Le figure adulte di riferimento, educatori professionisti, si pongono l’obiettivo di trasmettere un modello educativo stabile in cui le relazioni affettive siano serene, tutelanti e rassicuranti e si costruiscano attraverso la condivisione della quotidianità, in un momento molto delicato nel percorso di crescita e maturazione di ogni minore.

pdfLEGGI IN FORMATO PDF LA CARTA DEI SERVIZI DELLA COMUNITA’ LA CHIOCCHIOLA 

8La Chiocciola è un servizio educativo che si colloca all’interno della Rete dei servizi del territorio, operando a stretto contatto ed in sinergia con i Servizi Socio Sanitari di riferimento, Il Tribunale dei minori e mettendosi in rete con le opportunità che il territorio offre. Con questo spirito, invitiamo Servizi e Famiglie ad offrirci consigli ed a presentarci eventuali suggerimenti, che ascolteremo sempre con attenzione ed interesse, aiutandoci così nel miglioramento continuo della qualità del nostro lavoro.

9

Share This: